Gheddafi sull’invasione dell’Iraq

Amici americani, rispondete a questa domanda. Perché l’Iraq? Per quale ragione? Bin Laden è iracheno? No, non lo è. Quelli che hanno attaccato New York erano iracheni? No, non lo erano. Quelli che hanno attaccato il Pentagono erano iracheni? No, non lo erano. C’erano armi di distruzione di massa in Iraq?  No, non c’erano.

Discorso di Gheddafi all’Assemblea della Lega Araba svolta in Siria nel 2008.

Per quale ragione gli USA hanno invaso l’Iraq e hanno ucciso un milione di iracheni?

Amici americani, rispondete a questa domanda. Perché l’Iraq? Per quale ragione? Bin Laden è iracheno? No, non lo è. Quelli che hanno attaccato New York erano iracheni? No, non lo erano. Quelli che hanno attaccato il Pentagono erano iracheni? No, non lo erano. C’erano armi di distruzione di massa in Iraq?  No, non c’erano. E anche se ci fossero state il Pakistan e l’India possiedono armi nucleari e così la Cina, la Russia, la Gran Bretagna, la Francia e l’America. Tutti questi paesi dovrebbero essere distrutti?

Bene distruggiamo tutti i paesi che possiedono armi di distruzione di massa. Così, mentre un potere straniero arriva e occupa un paese arabo e impicca il suo presidente, noi rimaniamo seduti da un lato a guardare.

gheddafi pensieroso

Perché non abbiamo indagato sull’impiccagione di Saddam Hussein? Come può un prigioniere di guerra essere impiccato? Niente meno che un presidente di un paese arabo membro dei paesi della Lega Araba! Io non sto parlando delle politiche di Saddam Hussein o dei discorsi che abbiamo avuto con lui, ci sono molti disaccordi anche tra di noi. Noi non condividiamo nulla al di fuori di questa sala. Perché non ci sarà un’indagine sull’uccisione di Saddam Hussein? Un’intera classe dirigente è stata giustiziata tramite impiccagione e noi rimaniamo ancora qui, fermi a guardare. Perché? Ciascuno di voi potrebbe essere il prossimo. L’America aveva combattuto accanto a Saddam Hussein contro Khomeini, era un loro amico. Cheney era un amico personale di Saddam Hussein, Rumsfeld il segretario di stato americano al momento in cui fu distrutto l’Iraq era un intimo amico di Saddam Hussein. Voi siete amici dell’America, anzi, lasciatemi dire “noi” siamo, non “voi”, ma uno di questi giorni l’America ci potrebbe impiccare.

Il fratello ‘Amr Musa ha un idea della quale è entusiasta, l’ha menzionata nel suo discorso. Lui sostiene che gli arabi hanno il diritto di usare il nucleare a scopi pacifici e potrebbe esserci un programma nucleare arabo. Gli arabi hanno questo diritto. Loro hanno anche il diritto di avere un programma nucleare per altri… ma Dio prevale…

Ma chi sono gli arabi a cui potresti proporre di portare avanti un programma nucleare comune? Mi dispiace dirlo ma noi siamo tutti nemici tra di noi, siamo l’uno contro l’altro. Ci odiamo l’uno con l’altro, ci inganniamo e cospiriamo l’uno contro l’altro invece di difenderci contro il nemico. Noi siamo nemici l’uno dell’altro e il nemico di un arabo per un altro arabo è un amico. Ci incontriamo in Siria che è un paese Arabo, ma le relazioni che la Siria ha con la Russia, l’Iran o la Turchia sono mille volte migliori di quelle che ha con i suoi vicini arabi. Le relazioni che la Libia ha con l’Italia sono mille volte migliori di quelle che ha con i suoi vicini, Egitto e Tunisia.

Questa è la situazione dei Paesi Arabi