Salvini abbandoni la miopia filo-israeliana

Sulla questione Iran il nuovo governo italiano potrebbe guidare il divorzio tra Europa e Usa nella politica mediorientale. Ma è fondamentale in questa fase che Salvini corregga le sue posizioni filo-israeliane.

matteo salvini rosario

Si è aperta una piccola crepa nelle relazioni tra Europa e Usa ovvero la questione Iran. Ora bisogna batterci sopra per allargarla e non c’è migliore occasione di questa per mettere nel piatto la rimozione delle sanzioni alla Russia. Potrebbe essere il nascituro governo italiano a prendere l’iniziativa data la forte convinzione di Salvini in questo senso. Sul dossier Iran però preoccupa meno il Di Maio filo-atlantista della miopia filo-israeliana di Salvini. L’Italia ha bisogno dell’Iran, siamo il suo primo partner commerciale europeo e l’ENI ha assunto importanti impegni in quel paese. Salvini deve essere meglio consigliato su quest’aspetto. Il cattivo consigliere a cui si fa riferimento è tale Guglielmo Picchi, consigliere esteri per la Lega, il quale asserisce: “Amico di Israele senza se e senza ma. Atlantico da sempre. Britannico dentro. Mediatore”.